Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1022 volte

Benevento, 02-06-2024 23:35 ____
Calcio, Serie C: Niente da fare. Al Benevento non riesce l'impresa di ribaltare la sconfitta maturata all'andata. Contro la Carrarese finisce 2-2
I sanniti passano due volte in vantaggio con Lanini e Talia ma vengono in entrambi i casi raggiunti. A pesare sull'andamento del match anche l'ingenua espulsione patita dal centrocampista giallorosso
di Luca Pietronigro
  

Benevento (4-3-3): Paleari; Berra, Capellini, Meccariello, Viscardi (67' Bolsius); Nardi, Talia, Pinato (67' Agazzi); Ciciretti (59' Improta), Perlingieri (46' Simonetti), Lanini (76' Marotta). A disposizione (Manfredini, Giangregorio, Benedetti, Karic, Kubica, Ferrante, Rillo, Starita, Terranova, Carfora) Allenatore Gaetano Auteri

Carrarese (3-4-2-1): Bleve; Coppolaro (86' Illanes), Di Gennaro, Imperiale; Zanon (53' Belloni), Schiavi, Capezzi (53' Della Latta), Cicconi; Palmieri (73' Morosini), Panico (86' Zuelli); Finotto. A disposizione (Tampucci, Mazzini, Cerretelli, Grassini, Capello, Boli, Di Matteo, Giannetti) Allenatore Antonio Nicola Calabro

Arbitro: Roberto Lovison di Padova
Assistenti: Alessandro Parisi di Bari e Nicola Morea di Molfetta
IV Uomo: Dario Madonia di Palermo
Var: Daniele Paterna di Teramo
Assistente Var: Matteo Gariglio di Pinerolo
Reti: 17' Lanini, 19' Finotto, 35' Talia, 66' Schiavi
Ammoniti: Meccariello, Ciciretti (B); Zanon (C)
Espulso: 43' Talia (B) per doppia ammonizione
Angoli: 6-2
Recupero: 2' pt; 5' st
Spettatori: 9328 (8844 locali e 484 ospiti).

Non è riuscita al Benevento l'impresa di ribaltare la sconfitta maturata nella gara d'andata così, con un pareggio per 2-2, ad accedere alla finale dei play-off di Serie C è la Carrarese che se la vedrà contro il Vicenza che ha superato l'Avellino.
Resta il rammarico per la sfida andata in scena allo Stadio "Ciro Vigorito" dove, davanti ad un pubblico delle grandi occasioni, la Strega, pur dando tutto quello che poteva, non è stata in grado di centrare l'obiettivo facendo un po' tutto lei.
L'avvio dell'incontro è stato arrembante con i giallorossi che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, sono riusciti a trovare con Lanini la rete del vantaggio.
La troppa foga, la voglia di fare bene è stata alla base dell'errore di valutazione che ha poi portato all'immediato pareggio dei toscani ancora con Finotto, dopo la rete già messa a segno nel match d'andata.
Nonostante tutto, i ragazzi di Gaetano Auteri sono anche riusciti ad avere la forza di non abbattersi e di trovare ancora il gol con Talia, bravo a sfruttare un gran lavoro di protezione della sfera di Perlingieri ed a calciare un pallone preciso che si è insaccato sotto la traversa.
Come in occasione della prima marcatura, il Benevento ha compiuto, poco dopo, un'altra ingenuità proprio con Talia che si è fatto buttare fuori per doppia ammonizione (nella foto) per una manata rifilata all'argentino Schiavi, tra i migliori dei suoi.
Con un uomo in meno e con la necessità di dare maggiore equilibrio alla squadra, Auteri si è visto costretto a togliere Perlingieri per fare spazio a Simonetti.
La squadra ci ha provato a restare in partita ed a cercare di portare la sfida ai supplementari e, sebbene fosse con l'uomo in meno, ci stava anche riuscendo ma la rete su punizione realizzata da Schiavi ha spezzato ogni speranza.
La Strega, però, non ha mollato ed ha continuato ad insistere sfiorando anche la clamorosa terza rete di giornata con il palo centrato da Improta con una conclusione dalla distanza che avrebbe potuto avere un'esito più fortunato.
Così la sfida è terminata con un pareggio che non è stato utile per la causa ma che consegna al Benevento l'onore delle armi e la consapevolezza che sarebbe bastato poco per continuare il sogno promozione.
A passare il turno è stata la squadra che ha sbagliato di meno e che ha avuto la maggiore costanza nel corso dei due match tra andata e ritorno, ai sanniti resta l'amaro in bocca ma la certezza di aver tracciato un percorso e che su questo bisogna insistere così come sottolineato dal presidente, Oreste Vigorito, al termine della partita.
Venendo alla cronaca, Gaetano Auteri decide effettuare alcuni cambi. Innanzitutto il modulo passando dal classico 3-4-3 al 4-3-3 schierando Meccariello tra i titolari con Berra e Viscardi esterni difensivi e Capellini a completare il reparto avanzato davanti a Paleari.
A centrocampo c'è Talia con i rientranti Nardi e Pinato ai suoi lati. In avanti con Perlingieri ci sono Ciciretti e Lanini.
Nella Carrarese c'è la conferma del 3-4-2-1 con Calabro che, rispetto alla partita disputata in casa, inserisce Zanon e Capezzi per Grassini e Zuelli.
La prima emozione della sfida è di marca toscana con la conclusione di Panico dal limite che viene bloccata da Paleari.
La risposta del Benevento giunge al 9' con un'azione combinata sulla sinistra che vede Pinato mettere al centro con Bleve che anticipa l'intervento di Perligieri.
Al 12' ancora Strega in avanti con Pinato che, dalla sinistra, appoggia per Lanini con il tiro che viene bloccato dall'estremo difensore ospite.
Pochi minuti dopo i giallorossi trovano la via del gol sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Ciciretti su cui si avventa Lanini che colpisce di testa con Bleve che non riesce a respingere la conclusione.
La situazione di vantaggio, però, dura solo pochi attimi con Finotto che approfitta di un errore in fase di uscita dei padroni di casa con Meccariello per lanciarsi verso la porta difesa da Paleari e per batterlo in uscita.
Il Benevento non si lascia abbattere dalla situazione negativa e continua a spingere alla ricerca del nuovo vantaggio che giunge al 35'.
L'azione nasce dai piedi di Ciciretti che appoggia per Perligieri il quale è bravo a proteggere la sfera e ad attirare alcuni avversari su di sè scaricando il pallone per l'accorrente Talia che fa partire un tiro dalla distanza che batte Bleve.
Al 43' la Strega resta in dieci uomini per l'espulsione proprio di Talia che, rifilando una manata a Schiavi, riceva la seconda ammonizione di giornata venendo espulso.
Nel finale di frazione, la Carrarese ci prova con la conclusione di Cicconi che, deviato da Panico, finisce sopra la traversa.
La ripresa si apre con l'ingresso in campo di Simonetti per Perlingieri, mentre nella Carrarese ci sono Della Latta e Belloni per Capezzi e Zanon.
Quindi è ancora Auteri ad operare un cambio mettendo Improta per Ciciretti.
Al 22' una punizione calciata da Schiavi trova impreparato Paleari con il pallone che si insacca alle sue spalle.
Nonostante la rete subita e il fatto di dover giocare il resto della partita con un uomo in meno, il Benevento non demorde provandoci con un tiro di Improta dalla distanza che, deviato, finisce sul palo e poi in corner.
Sugli sviluppi, Meccariello fa da sponda di testa per Capellini con la sfera che finisce di poco a lato.
Nel Benevento, dopo gli ingressi di Agazzi e Bolsius per Pinato e Viscardi, Auteri prova anche la carta della disperazione con Marotta al posto di Lanini, mentre nella Carrarese c'è Morosini per Palmieri.
Proprio Morosini al 35' si rende pericoloso con un tiro dalla distanza che termina sul fondo.
Toscani che si spingono in avanti sempre con Morosini che mette la sfera alta e poi con Cicconi senza grande fortuna.
Di fatto la gara finisce qui, da segnalare, infatti, solo gli ingressi di Zuelli e dell'ex Avellino Illanes per Panico e Coppolaro.

 

 

 

                                              

comunicato n.164314



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 469811227 / Informativa Privacy