Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 517 volte

Benevento, 21-11-2023 14:37 ____
Luigi D'Angiolella, avvocato, precisa la posizione del direttore Giuseppe Ilario dinanzi al Tar
Il Tribunale ha emesso un'ordinanza con cui fissa semplicemente il merito della vertenza il 6 marzo del prossimo anno
Redazione
  

Dopo le notizie apparse su alcuni siti online riguardo la posizione del direttore del Conservatorio di Benevento, Giuseppe Ilario, e del contenzioso al Tar avviato dal concorrente sconfitto Leonardo Quadrini (foto), è intervenuto Luigi D'Angiolella, avvocato, che sta sostenendo le ragioni dell'attuale direttore.
"Pur ritenendo che le vicende che riguardano l'Istituzione del Conservatorio ed il ruolo di stimati professionisti debbano avere, per il dovuto rispetto, il necessario riserbo, si è costretti ad intervenire - scrive - per precisare alcune dichiarazioni comparse sui media locali che sono fuorvianti.
Ilario è stato eletto il 21 marzo 2023 a larghissima maggioranza dei docenti votanti (64 voti su 105 elettori, contro i 37 del suo avversario, Quadrini).
La richiesta di sospensiva di Quadrini, sulla base di un ricorso che attiene ai requisiti, è stata respinta il 1° giugno scorso con ordinanza del Tar Campania, IV sezione di Napoli numero 919/2023 ed Ilario dunque ha consolidato definitivamente la sua posizione.
Tale dato viene omesso nelle dichiarazioni ai media di Quadrini.
Peraltro, lo stesso Ilario ha proposto anch'egli ricorso incidentale, ove contesta, si crede fondatamente, l'assenza di requisiti essenziali per poter competere alla carica da parte di Quadrini.
Anche tale dato è omesso, si crede in maniera non casuale.
Dunque, vi è da un lato la contestazione di Quadrini contro Ilario e dall'altro, all'inverso, la contestazione dei requisiti assunti a base della partecipazione alla competizione elettorale di Quadrini.
Quando vi è stato il decreto ministeriale di approvazione sulla regolarità delle elezioni, ulteriore punto a favore di Ilario, Quadrini, ancora, ha proposto motivi aggiunti e richiesta di nuova sospensiva.
All'udienza del 15 novembre scorso il Tar ha confermato il rigetto della domanda cautelare ed ha emesso un'ordinanza con cui fissa semplicemente il merito della vertenza il 6 marzo del prossimo anno (come ha correttamente titolato "Gazzetta" ndr).
Tale scelta del Tar è assolutamente ordinaria, in quanto si tratta di decidere su questioni che riguardano incarichi temporanei, come quello di direttore che dura tre anni e dunque, come migliaia di altri casi, sono decisi in tempi utili.
In quella udienza sarà decisa anche la dubbia posizione di Quadrini, anch’egli destinatario di ricorso.
Non vi è dunque alcuna nuova situazione favorevole di Quadrini sul contenzioso descritto, come si legge dalle dichiarazioni dello stesso e del suo legale, ma una situazione normale come ve ne sono ogni volta che si propone un ricorso al Tar, a maggior ragione quanto vi è anche un ricorso incidentale, come nella specie, che contesta la legittimità ad agire del ricorrente originario.
E' falso, è bene dirlo, ciò che si legge sui siti online e come è evidente dai provvedimenti emessi, che vi sia stata una qualunque decisione favorevole per Quadrini.
Anzi il Tar ha respinto, per due volte, la domanda cautelare insistentemente richiesta da Quadrini.
Giuseppe Ilario, senza alcun problema, è in carica dal 1° novembre scorso ove sta esercitando proficuamente la funzione per cui è stato eletto a larghissima maggioranza del corpo elettorale, che ha invece bocciato (lo ripetiamo) la candidatura di Quadrini".

comunicato n.160614



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 369846900 / Informativa Privacy