Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 480 volte

Benevento, 18-11-2023 10:47 ____
Perche' aspettare che si verifichi un incidente, peraltro prevedibile, prima di porre rimedio ad una nota ed arcinota criticita' viaria e pedonale?
Una lampada non funzionante della pubblica illuminazione e' stata sostituita il giorno successivo ad un incidente che, nelle primissime ore serali del giorno precedente, aveva coinvolto un pedone che stava percorrendo lo stretto cavalcavia ferroviario non illuminato
di Giacomo De Angelis
  

Perché aspettare che si verifichi un incidente, peraltro prevedibile, prima di porre rimedio ad una nota ed arcinota criticità viaria e pedonale?
Una lampada non funzionante della pubblica illuminazione è stata, infatti, sostituita il giorno successivo ad un incidente che, nelle primissime ore serali del giorno precedente, aveva coinvolto un pedone che stava percorrendo lo stretto cavalcavia ferroviario non illuminato.
Ci riferiamo al sinistro stradale avvenuto sul cavalcavia ferroviario di via Ocone, a Ponte.
Si tratta di un passaggio stradale e pedonale situato in una zona nevralgica del paese, in prossimità della locale scuola secondaria, della parrocchia di Santa Generosa Martire, della sottostante Stazione Ferroviaria e di attività commerciali; è, pertanto, un passaggio obbligato anche per i pedoni.
L'infortunato è stato trasportato in Ospedale. Le sue condizioni, per fortuna, non sono particolarmente preoccupanti.
Auguri, intanto, allo sfortunato la cui disavventura ha di fatto acceso la "lampadina", pardon, l’attenzione del Comune su una criticità, purtroppo, da anni e da varie amministrazioni comunali trascurata.
A rendere poi ancor più paradossale il non funzionamento dell’unico punto luce del cavalcavia sono nel frattempo le sei (ora quattro) lampade che illuminano a giorno, nelle ore serali e notturne, il vicino ex parco giochi (ex, perché danneggiato e inibito alla sua funzione dopo il nubifragio del 15 ottobre 2015).
L'episodio ha comunque "messo in luce" due evidenti e arcinote criticità; quella in cui da anni versa la pubblica illuminazione urbana e periferica e quella del cavalcavia ferroviario che, per le sue caratteristiche (stretto e privo di passaggio pedonale) costituisce un serio problema per la sicurezza viaria e pedonale, come l'episodio di cui in premessa dimostra.
Analizziamole. Per quanto concerne la pubblica illuminazione, è dal mese di dicembre 2018 (duemila diciotto!) che, a causa delle limitate risorse finanziarie del Comune (così è riferito nella deliberazione di Giunta municipale numero 13 del 14 febbraio 2017), non è stato più previsto apposito servizio per la sua manutenzione ordinaria e straordinaria, ma solo interventi per porre rimedio alle criticità emergenti.
Così, da anni, si assiste a funzionamenti intermittenti più in sintonia con il clima natalizio che con un pubblico servizio finalizzato ad assicurare sicurezza.
Ad ogni modo, pur comprendendo le difficoltà economiche, il Comune non può esimersi dall'adottare le idonee misure per garantire un servizio pubblico e, soprattutto, per salvaguardare la sicurezza delle persone.
Comunque, il rimedio a questa criticità sembra oramai prossimo.
E', infatti, imminente la gara d'appalto per affidare il "Servizio di gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione e installati sul territorio comunale mediante finanziamento di terzi".
Passiamo ora all'altra criticità, anch'essa nota e arcinota; quella del cavalcavia, stretto e privo anche di passaggio pedonale.
Nel lontano 1992, con provvedimento numero 171 del 21 settembre la Giunta municipale deliberò di far voti all'Ente Ferrovie dello Stato e all'Amministrazione provinciale di Benevento per l'allargamento della carreggiata.
Dopo dodici anni la soluzione sembrava essere stata trovata con un finanziamento di 77.984,99 euro finalizzato all’ampliamento del cavalcavia delle Ferrovie dello Stato e alla sistemazione delle aree limitrofe.
Però... furono realizzati solo gli interventi di sistemazione delle aree limitrofe! (?)
Probabilmente, gli amministratori pro tempore confidavano in un altro finanziamento, quello di ben 567.064 euri, per il quale nel 2005 il Comune formalizzò finanche una richiesta di "prestito ventennale".
Purtroppo, quel progetto e quella richiesta di prestito si sono poi vaporizzati come anche l'annunciato ampliamento del cavalcavia, nel silenzio di coloro che hanno gestito la vicenda!
A questo punto, in attesa di un'ulteriore e concreta iniziativa per la messa in sicurezza del cavalcavia, si... raccomanda la massima prudenza da parte degli automobilisti e dei pedoni.

comunicato n.160542



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 369986757 / Informativa Privacy