Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 623 volte

Benevento, 15-09-2023 19:34 ____
Sulla vicenda assurda di Sant'Agata dei Goti e del suo ospedale manca la verita' anche per il cumulo di bugie che sono state dette
Francesco Maria Rubano annuncia una raccolta di firme. Fulvio Martusciello invita i due consiglieri regionali Abbate e Mortaruolo a non votare piu' i provvedimenti proposti dal presidente. Nessun accordo poi con il futuro candidato governatore del Centrodestra se non ci sara' l'impegno concreto a risolvere la questione dell'Ospedale "De' Liguori". Mastella avrebbe dovuto imporlo a De Luca ma ha preferito altro...
Nostro servizio
  

Nella sede del Coordinamento Provinciale di Forza Italia al viale Mellusi, si è svolta la Conferenza Stampa sul tema: "Ospedale di Sant'Agata dei Goti: Muoviamoci!"
Vi hanno preso parte, assieme ad iscritti e simpatizzanti, Francesco Maria Rubano, parlamentare, che è stato ovviamente il promotore dell'iniziativa, il consigliere regionale Francesco Cascone e l'europarlamentare Fulvio Martusciello.
Molto deciso l'intervento introduttivo di Francesco Maria Rubano che ha inchiodato alle sue responsabilità il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ma anche il leader del movimento politico "Noi di Centro", Clemente Mastella, accusato di non aver tenuto presente le necessità del territorio quando ha trattato l'alleanza con De Luca ma solo quelle del suo partito, dei suoi esponenti.
Non sono mancate critiche anche ai due consiglieri regionali di maggioranza, Gino Abbate e Mino Mortaruolo.
Rubano ha sottolineato come non ci sia stato nulla di fatto dopo i tanti annunci sul "recupero" sanitario dell'Ospedale di Sant'Agata dei Goti.
Solo ora, mi dicono, ha detto Rubano, sembra ci sia in animo di costituire una Commissione tecnica ma intanto sono passati 6 anni dagli annunci.
Ho presentato ieri in Parlamento una mia interrogazione sulla vicenda con la quale chiedo conto di tutta questa colpevole disattenzione, ha detto Rubano.
Il consigliere Cascone presenterà a sua volta una interrogaxione alla Regione per il prossimo Question Time. Domani poi consegneremo un documento politico a Fulvio Martusciello, capo politico dei forzisti campani.
Ancora, ha detto Rubano, senza alcuna faziosità o differenze di appartenenza, inviteremo anche i sindaci del territorio ed i cittadini a sostenerci in una raccolta di firme con la quale chiederemo l'attuazione del Decreto 41, il famoso decreto della Regione con il quale si individua Sant'Agata dei Goi quale polo oncologico di eccellenza.
Cercheremo di convincere la gente con la forza delle idee.
Mastella, ha detto Rubano, avrebbe dovuto anch'egli chiedere con forza l'attuazione del decreto 41 visto che l'avvio dell'azione sanitaria a Sant'Agata dei Goti, andrebbe a decongestionare anche l'Ospedale "Rummo" del capoluogo.
Ed invece non lo ha mai fatto preferendo contrattare prebende politiche, candidature occupandosi di figli e parenti.
Chiunque sindaco tenterà di strumentalizzare questa nostra iniziativa, se ne assumerà le responsabilità, ha concluso Rubano.
Cascone ha detto che conosce bene De Luca e di essere fiero di quel "purtroppo" perché siamo persone serie.
Ho avuto modo di comprendere il modus operandi di De Luca e posso affermare che esso è assolutamente fallimentare.
Noi a Napoli viviamo delle emergenze sanitarie che sono addirittura inenarrabili.
Occorrono come minimo 3 mesi di attesa per una indagine oncologica.
I sanitari, anche i più volenterosi, sono consapevoli che il loro lavoro serve più a mantenere l'apparato che l'efficienza.
Fulvio Martusciello ha sottolineato che c'è la necessità assoluta di approfondire il perché di questo atteggiamento e perché le dirigenze disattendono l'applicazione del decreto.
C'è il sospetto che si tende ad indebolire la sanità pubblica spingendo così l'utenza che non può attendere tempi biblici, verso il privato che, a pagamento, soddisfa subito le esigenze.
Sulla vicenda assurda di Sant'Agata dei Goti manca la verità.
E questo non solo per il cumulo di bugie ma in quanto la stessa omissione è una mancata verità.
Ed allora, ha detto Martusciello con piglio, invitiamo i due consiglieri regionali del territorio, Abbate e Mortaruolo, a far sentire la propria voce.
Non votino più i provvedimenti proposti da De Luca e motivino questa scelta politica in Consiglio regionale. Non votate finché non verrà data applicazione al decreto 41 e ditelo, ditelo in Aula ogni volta che vi riunite.
Martusciello ha anche detto che non ci sarà alcuna alleanza con il designato presidente del Centrodestra se nel programma di mandato non ci sarà l'impegno alla soluzione della vicenda di Sant'Agata dei Goti.
Questa è una battaglia che riguarda tutti i cittadini che vogliono farsi curare in maniera uguale a quelli che si recano in strutture private.
E' una battaglia da portare avanti ed in cui ciascuno di noi, ha concluso Martusciello, deve sentirsi cittadino di Sant'Agata dei Goti.

 

 

 

 

 

comunicato n.159227



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 351707895 / Informativa Privacy