Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 58 volte

Benevento, 24-11-2022 15:34 ____
Azzurra, come il colore simbolo dell'Unicef, E' la panchina inaugurata a Paupisi, la prima in Campania nel parco giochi "Antonio D'Agostino"
E' seguito un momento di confronto dal titolo "No al Bullismo - Insieme si puo'"
Redazione
  

Azzurra, come il colore simbolo dell'Unicef, è la panchina inaugurata a Paupisi, la prima in Campania nel parco giochi "Antonio D'Agostino".
Un'iniziativa voluta dalla Pro loco, in collaborazione con il Comune e l'Istituto Comprensivo Ponte-Paupisi-Torrecuso proprio quando il mondo celebra la giornata internazionale dell'infanzia e dell'adolescenza e la data scelta coincide con il giorno cui l'Assemblea generale Onu adottò la Dichiarazione dei diritti del fanciullo, nel 1959, e la Convenzione sui diritti del fanciullo, nel 1989.
Alla cerimonia sono state presenti tutte le autorità civili, militari e religiose locali.
E' seguito un momento di confronto dal titolo "No al Bullismo - Insieme si può" alla presenza degli alunni della scuola secondaria di primo grado di Paupisi e in modalità remoto degli alunni della scuola secondaria di primo grado di Ponte e Torrecuso con i loro rispettivi docenti e alla presenza di diversi soci della Pro loco e di cittadini di Paupisi.
Ad aprire i lavori, il sindaco di Paupisi, Antonio Coletta, che ha espresso soddisfazione per l'installazione della panchina azzurra sul territorio paupisano e per le ottime iniziative che porta avanti la Pro loco ed ha sottolineato che "a Paupisi non vi è nessun caso di bullismo poiché siamo una grande famiglia".
Mentre Renzo Mazzeo, presidente del Comitato Provinciale Unpli Benevento, ha elogiato l'ottimo lavoro del presidente Orsillo e di tutto il suo gruppo in particolar modo per la grande attenzione verso problematiche sociali come il bullismo.
Lo spunto iniziale al dibattito è stato fornito dalla senatrice Elena Ferrara, promotrice e prima firmataria della legge numero 71/2017 contro il Cyberbullismo, che ha raccontato la toccante storia di Carolina Picchio, studentessa vittima di cyberbullismo e revenge porn, che, non riuscendo a sostenere il giudizio altrui, decise di suicidarsi.
A lei è dedicata la Legge numero 71, promulgata nel 29 maggio del 2017, su proposta della senatrice stessa, che consente ai minori ultraquattordicenni, vittime di cyberbullismo, di richiedere autonomamente la rimozione, oscuramento o blocco di contenuti personali e lesivi dalla rete Internet.
Legge che l'avrebbe salvata, se solo ci fosse già stata, quando l'ex fidanzato (anche lui solo quattordicenne) ha pubblicato in rete un video che la ritraeva intenta in atti sessuali, simulati, dopo averle fatto assumere sostanze psicotrope.
Il video si è diffuso in breve tempo, generando molte critiche e insulti, che definivano Carolina come una ragazza dai facili costumi.
La senatrice ha concluso il suo intervento ricordando l’importanza di preservare i propri dati su internet e che è di fondamentale importanza informare i ragazzi sui diritti che li tutelano su Internet, in modo tale che il suicidio di Carolina non si rifletta in altre morti premature per le stesse identiche ragioni.
Il presidente del Comitato Provinciale Unicef di Benevento, Gianpiero De Cicco, ha ringraziato il Comune, la Pro loco di Paupisi, l'Istituto Comprensivo per aver dedicato la panchina azzurra ad Unicef (la prima in Campania) ed aver celebrato la giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.
Invece Carmen Crovella, giudice onorario al tribunale per i minorenni di Napoli, ha snocciolato degli esempi di ragazzi difficili e ha concluso il suo intervento affermando che "nel bullismo le vittime sono due, bullo e bullizzato".
Mentre Marléne Viscariello, dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo Ponte-Paupisi-Torrecuso, ha evidenziato tutti i progetti portati avanti, sottolineando una grande soddisfazione per la realizzazione del cortometraggio sul bullismo e per la presenza di tanti giovani interessati al tema.
Il docente dell'Unisannio, Corrado Aaron Visaggio, ha spiegato che il cyberbullismo è un fenomeno da prevenire e contrastare innanzitutto tramite un uso più attento e consapevole di internet e dei social network ma soprattutto confidandosi con le persone di competenza e a noi vicine come i genitori o le figure scolastiche.
Mentre il presidente della Pro loco, Dario Orsillo, ha evidenziato che "la panchina azzurra è la seconda tappa di un percorso della Pro loco di Paupisi iniziato lo scorso maggio con l'installazione della prima panchina in provincia di Benevento dedicata alla Fibromialgia e che si concluderà nel 2024 con l'ultima panchina che sarà dedicata agli innamorati".
Saranno cinque tappe intense - ha affermato Orsillo - sia per i contenuti che per gli spunti di riflessione che si vorranno dare affrontando tematiche, a nostro avviso, molto importanti.
Questo appuntamento è incentrato interamente sui bambini e adolescenti vittime di atti di bullismo e cyberbullismo.
I bambini devono essere protagonisti del nostro agire e riferimento per costruire anche una visione del nostro paese e li ringrazio per il gran lavoro fatto nella realizzazione del cortometraggio dal titolo "No al Bullismo-Insieme si può", realizzato appunto dagli alunni della scuola primaria e secondaria di Paupisi nell'ambito del progetto "La Nostra Scuola... Sempre più Viva".
Ringrazio, a nome di tutto il direttivo della Pro loco, l'Amministrazione comunale di Paupisi e l'istituto comprensivo Ponte-Paupisi-Torrecuso per aver sposato il nostro progetto nelle persone del sindaco Antonio Coletta e della dirigente Marlène Viscariello, gli alunni, i docenti, gli illustri esperti della tematica affrontata, il professore Aaron Visaggio, la senatrice Elena Ferrara e il giudice onorario presso il tribunale minorile di Napoli Carmen Crovella che a vario titolo hanno arricchito il convegno con i loro consigli, esperienze personali e competenze nel settore.
Un grazie al presidente del Comitato Provinciale dell'Unpli, Renzo Mazzeo, per la presenza e il supporto costante che dà ad ogni iniziativa promossa dalla Pro loco di Paupisi e al quale mi lega una profonda amicizia; all'Unicef nella persona del presidente provinciale Gianpiero De Cicco per la totale disponibilità e per tutto ciò che fa ogni giorno per i bambini, un grazie agli organi di stampa che amplificano le nostre iniziative, al Comando Stazione Carabinieri di Paupisi, al vigile urbano Stefano Polcino, all'amministratore parrocchiale don Antonio Fragnito, al vicesindaco Giancamillo Morelli, all'assessore Rosaria Colangelo e i consiglieri Nella Procaccini e Fabio Colangelo presenti alla manifestazione.
Infine al tecnico informatico Luciano, al giornalista-moderatore Christian Frattasi, Fiorever per l'addobbo florale, e a tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito a rendere unica e speciale questa giornata".

comunicato n.153600



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 302452319 / Informativa Privacy