Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2879 volte

Benevento, 06-05-2022 20:46 ____
L'entusiasmo e la professionalita' degli allievi del Liceo Classico "Giannone" invadono il palcoscenico del Teatro "San Vittorino"
Torna in presenza la celebrazione della "Notte Nazionale del Liceo Classico". Sei ore di interventi teatrali e musicali ma anche di drammatrizzazione di testi in lingua greca e latina e di letture animate e poetiche. Una faticaccia, ma che bello!
Nostro servizio
  

Il Teatro di San Vittorino ha accolto quest'anno la celebrazione della "Notte Nazionale del Liceo Classico" (Nnlc), un'iniziativa d'interesse nazionale, a cui ovviamente ha aderito, non da quest'anno, il nostro Liceo Classico "Pietro Giannone".
L'allentamento delle ferree restrizioni dovute alla pandemia, ha fatto sì che si potesse nuovamente tenere in presenza questa importante manifestazione che ha coinvolto sia gli alunni che i docenti e per un orario veramento lungo ed importante: Dalle 18.00 alle 24.00.
In prima fila al Teatro San Vittorino gli ultimi tre dirigenti scolastici dell'Istituto (nell'ultima foto in basso).
Con noi, per raccontarci della iniziativa di quest'anno, e lo ha fatto senza nasconderci la sua soddisfazione, è stata Annalisa Cervone (nella quinta foto in basso è la seconda da destra), docente, che ha collaborato con il referente del progetto, il suo collega Giuseppe Pellino.
Il progetto riguarda la Notte Nazionale del Liceo Classico ed in esso è stata coinvolta tutta la nostra scuola, ci ha detto Cervone.
Ci sono docenti che coordinano i singoli progetti e le performance.
Sul palco si alternano interventi teatrali e musicali ma anche la drammatrizzazione di testi in lingua greca e latina.
Ci sono poi letture animate e poetiche.
Insomma c'è un programma di sala molto vasto anche perché bisogna coprire le sei ore della manifestazione (nella foto di apertura una pausa rigenerante con una profumata porzione di pizza margherita di "pesc 'e zucchero").
La risposta che avete percepito da parte dei vostri allievi, vi è parsa soddisfacente, abbiamo chiesto alla professoressa?
Certamente essa è stata attiva, entusiasmante e soddisfacente, ci ha risposto Cervone, e per certi versi anche professionale, una professionalità che emerge dal talento che loro hanno ma che spesso dai saperi scolastici non affiora.
Per noi in questa struttura è il primo anno e torniamo in presenza. Lo scorso anno abbiamo lavorato in digitale per via della pandemia.
Quest'anno, invece, abbiamo chiesto ospitalità al Conservatorio "Nicola Sala" che ci ha concesso il Teatro "San Vittorino".
Si tratta di una cornice meravigliosa che nobilita e sublima le nostre performance.
Noi siamo per questo veramente molto grati al Conservatorio.
Certamente avremmo potuto anche fare a scuola questa manifestazione, ma le emergenze Covid e la normativa hanno determinato anche un ripensamernto degli spazi e quindi il Teatro "San Vittorino" ci è sembrato il luogo migliore e più adatto dove poter agire.
Questo ci ha consentito anche di organizzare una task force di ragazzi impegnati nell'accoglienza e nella gestione anche degli spazi e gli ingressi.
Possiamo concludere, ci ha detto la professoressa Cervone, dicendo che è andato tutto bene ed anche le presenze in sala sono state considerevoli, e non era affatto scontato, presenze che ci ripagano di tutti i sacrifici fatti.

 

 

 

 

 

comunicato n.149410



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 351708692 / Informativa Privacy