Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 546 volte

Benevento, 14-07-2021 08:57 ____
La Casa circondariale di Benevento non e' esente dalle tensioni che si stanno registrando ormai a macchia d'olio sul territorio nazionale
Frange di detenuti accampano pretese e richieste che ben poco si confanno a miglioramenti della vita detentiva ma sono pretestuose a delegittimare il lavoro professionale e certosino di tutti gli operatori penitenziari, commenta la Uilpa
Redazione
  

Il Sindacato Uilpa, Polizia Penitenziaria, con Antonio Enrico Valente, segretario provinciale, interviene su quanto accaduto all'interno del carcere di contrada Capodimonte.
"Anche la Casa circondariale di Benevento - scrive - non è esente dalle tensioni che si stanno registrando ormai a macchia d'olio sul territorio nazionale da parte di alcune frange di detenuti che, approfittando del momento storico attuale, accampano pretese e richieste che ben poco si confanno a miglioramenti della vita detentiva ma sono pretestuose a delegittimare il lavoro professionale e certosino di tutti gli operatori penitenziari che credono nel proprio mandato istituzionale.
Da sempre, si sono registrati nei mesi estivi episodi d'insofferenza alle regole penitenziarie da parte dei detenuti, nel contempo si è confermata una criticità ormai quotidiana sulla carenza del personale che mette a dura prova la sicurezza e l’ordine all’interno dei penitenziari  che purtroppo non risparmia neppure la realtà sannita.
Grazie alla professionalità e allo spirito di abnegazione dei poliziotti penitenziari in forza alla Casa circondariale di Benevento che hanno partecipato alla gestione dell'evento critico che si era creato, si è avuto un epilogo positivo frutto anche della mediazione del comandante e del direttore in missione.
Stiamo vivendo un momento molto delicato in cui la criminalità organizzata può trovare terreno fertile per screditare l'operato della Polizia Penitenziaria e cogliere le debolezze del sistema per approfittarne a proprio vantaggio ed operare al di sopra delle regole civili e costituzionali.
Ora è il momento di affrontare celermente la questione carceri e revisionare ed organizzare l'intero sistema penitenziario.
La politica ponga la propria attenzione sull'intero sistema complesso ed articolato del pianeta carceri ed intervenga in maniera incisiva ed appropriata giungendo ad un compromesso tra fazioni di negazionisti e scandalisti rafforzati in seguito e soprattutto agli ultimi episodi che hanno riempito i mass media nazionali, trasformando un'indagine penale nata giustamente per individuare la responsabilità oggettiva e personale a scrutinare meriti e demeriti di categorie creando un pregiudiziale innocentismo o colpevolismo verso due entità diverse e complementari: detenuti e poliziotti penitenziari, vittime e carnefici del medesimo sistema".

comunicato n.142214



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 262901710 / Informativa Privacy