Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1880 volte

Benevento, 11-01-2019 19:15 ____
Chiuse le scuole "Silvio Pellico" e "Bosco Lucarelli" e la Palestra comunale "Mazzini" di via Oderisio. Disagi per almeno un paio di mesi
Non si esclude il doppio turno tra i plessi dello stesso Istituto. Occorrono una trentina di aule. Si accelerano i lavori della nuova scuola di piazzale "Catullo". Potrebbe essere una soluzione definitiva
Nostro servizio
  

Poco prima delle 18.30 il sindaco Clemente Mastella ha firmato l'ordinanza di chiusura, a titolo precauzionale, a partire da domani, sabato 12 gennaio, dei seguenti edifici scolastici: 1) Primaria "Silvio Pellico" di via Marco Minghetti; 2) Bosco Lucarelli di via Vincenzo Gioberti; 3) Palestra Scuola "Mazzini" (Amato) di via Oderisio.
Il sindaco ha incaricato il dirigente del Settore Opere Pubbliche, Maurizio Perlingieri, per quanto di competenza, di disporre le necessarie attività al fine di ripristinare la funzionalità degli edifici oggetto dell'Ordinanza ed il dirigente del servizio Pubblica Istruzione per quanto di competenza, di adottare le misure più idonee al fine di garantire la continuità dell'attività scolastica.
Mastella ha adottato questo severo provvedimento dopo avere preso atto che la relazione consegnatagli rileva la necessità di adottare provvedimenti restrittivi dell'uso della costruzione e/o procedere ad interventi di miglioramento o adeguamento nel caso in cui non siano soddisfatte le verifiche relative alle azioni controllate dall'uomo ossia prevalentemente ai carichi permanenti e alle altre azioni di servizio.
La norma appena citata, scrive il sindaco nell'Ordinanza, prescrive essenzialmente che, qualora non siano soddisfatte le verifiche per carichi verticali (carichi permanenti e sovraccarichi), è necessario adottare i provvedimenti prescritti ovvero restrizione dell'uso della costruzione e/o procedere ad interventi di miglioramento o adeguamento.
Dunque, domani mattina non saranno più disponibili circa una trentina di aule.
Le alternative ci sarebbero.
Innanzitutto si guarda al completamento di una scuola nuovissima che si sta realizzando nell'area in cui vi era lo stabilimento dell'Imeva con ingresso su piazzale "Catullo".
Questo lavoro dovrebbe essere completato nel giro di un paio di mesi.
L'ultimo edificio scolastico tirato su nuovo di fabbrica fu l'Istituto "Moscati", epoca Giunta D'Alessandro nel 2006.
Poi, nella immediatezza, c'è la possibilità di un doppio turno all'interno dello stesso Istituto, in altri plessi San Modesto (che ne potrebbe mettere a disposizione una quindicina), certamente e probabilmente San Vito ed Epitaffio.
Se questi ultimi due plessi non dovessero essere disponibili bisognerà rivolgersi altrove.
Questa situazione d'emergenza dovrebbe durare un paio di mesi.
Chi dovrà valutare ogni cosa dovrà ora essere però la dirigente scolastica Anna Maria Morante.
Lunedì a Palazzo Mosti ci sarà una Conferenza dei Servizi con tutti i dirigenti scolastici e la dirigente scolastica provinciale oltre le strutture comunali e la parte politica per concordare il da farsi.
La storica palestra "Mazzini", per parte palestra "Amato" sarà anch'essa chiusa sia al piano terra che al piano rialzato.
Almeno tre le società sportive coinvolte, compresa l'Accademia Volley.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

                                                   

comunicato n.119026



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 183427705 / Informativa Privacy