Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1105 volte

Benevento, 04-11-2018 20:20 ____
Clemente Mastella risponde all'apertura di Carmine Valentino rispetto ad un cammino insieme sulla sanita': Mi deve prima chiedere scusa
Scusa per le tante cattiverie dette nei miei confronti nel corso di questi mesi che abbiamo difeso il Pronto Soccorso di Sant'Agata dei Goti. La risposta del segretario del Pd: E' sul tema Sannio che chiediamo di fare massa critica
Nostro servizio
  

La Giornata delle Forze Armate e poi la cerimonia in Prefettura, ha vivacizzato la successiva oretta, almeno fino al momento del pranzo, lungo corso Garibaldi che si è animato di politici e amministratori che hanno seguito la manifestazione.
Al gazebo di Salvini Premier si sono fermati in tanti e tra questi anche l'ex senatore Pasquale Viespoli, che si è intrattenuto a parlare di temi di politica, anche nostrana, con amici ed estimatori.
Qualche metro più avanti, in un dehors di un bar, il sindaco Mastella, il presidente della Provincia, Di Maria, il presidente dell'Ato Rifiuti, Iacovella, e amministratori comunali (tutti nelle foto di Gazzetta).
Anche qui, in questa riunione domenicale, si è parlato di politica e di fatti amministrativi.
In particolare il sindaco Mastella ha ribadito la sua battaglia sulla sanità, in particolare sul Pronto Socorso a Sant'Agata dei Goti, una battaglia su cui, ha detto, ora convergono anche gli uomini del Partito Democratico, a cominciare dal sindaco e segretario provinciale Carmine Valentino.
Fino a ieri hanno lodato l'azione messa in atto dal governatore De Luca e per ultimo lo hanno fatto alla manifestazione svoltasi a Telese Terme, alla Festa dell'Unità.
Noi che abbiamo sempre lottato fin dal primo momento affinché nulla fosse tolto a Sant'Agata dei Goti nella prospettiva dell'apertura di un Polo Oncologico che, se si farà, bisognerà aspettare anni.
Il ragionamento di togliere oggi con l'intento di poter dare domani, forse, proprio non ci convince e vedo, ha proseguito Mastella, che ora sulle nostre posizioni si schiera anche il Partito Democratico.
Dunque, abbiamo detto noi interloquendo con Mastella, c'è la possibilità di un cammino comune a favore del territorio?
Mastella ci ha risposto con decisione: Noi non facciamo altro che continuare una battaglia intrapresa da tempo.
Siamo disponibili a fare un tratto di strada insieme nell'interesse della nostra gente, ma prima Valentino ed il suo Partito Democratico devono chiedermi scusa per tutte le cattiverie dettemi in questi mesi di battaglia politica da noi condotta a favore della Sanità sannita.
Solo dopo possiamo camminare insieme.
Se questo non avverrà per quanto ci riguarda, ha concluso il sindaco, non faremo altro che proseguire lungo il cammino da noi già tracciato da tempo.
A pochi metri da Mastella, nei pressi della Camera di Commercio, abbiamo incontrato anche Carmine Valentino, sindaco di Sant'Agata dei Goti e segretario della Federazione Provinciale del Pd.
Il documento del 27 luglio scorso della Federazione Provinciale del Pd, ci ha detto Valentino a cui abbiamo chiesto se sia disponibile a chiedere scusa a Mastella, documento sottoscritto con voto unanime, porta come primo punto il tema della sanità e della riorganizzazione anche dei servizi erogati dal San Pio, sia nel presidio del "Rummo" che in quello del "Sant'Alfonso Maria de' Liguori".
Quel documento è stato etichettato come un documento chiavica, probabilmente quel documento aveva sostanza anche in quelle che erano le conseguenze che si potevano determinare.
Il Partito Democratico ha una posizione chiara come partito politico e dunque non dobbiamo metterne in campo delle altre.
E' semplicemente dare risposte concrete ad un territorio, quello del Sannio, sia in tema di Sanità legata ai presidi ospedalieri che a in quello legato alla organizzazione dei servizi erogati anche dall'Asl.
Il tema oggi del mantenimento del Pronto Soccorso al Sant'Alfonso Maria dei Liguori, può essere risolto solo da chi ha compiti e funzioni specifiche in materia.
E' su questo che noi chiediamo attenzione da tempo e lo stiamo facendo con atti formali sostenendo le ragioni e le aspettative di tanti cittadini.
Mastella, abbiamo ancora detto a Valentino, si riferiva anche all'ultima dichiarazione resa da De Luca a Telese Terme, dichiarazione peraltro da voi lodata.
Per quanto mi riguarda, ci ha risposto Valentino, le etichettature del presidente della Regione furono chiare rispetto alla posizione della Federazione e furono rivolte criticamente proprio a me ed a quel documento politico del 25 luglio scaturito dalla discussione apertasi nel partito dal mese di aprile, nei propri organismi, documento che poi non è dispiaciuto affatto a De Luca.
Prima di tutto da sindaco io ho il dovere di difendere quel territorio preoccupato rispetto alla perdita della garanzia del diritto alla salute.
Le scuse chiestevi da Mastella, dunque, non arriveranno mai, abbiamo infine chiesto a Valentino?
Ma scuse rispetto a cosa?
Rispetto alla possibilità di una riorganizzazione?
Di sfida ad nuova governance di una sanità provinciale siamo pronti a discuterne con chiunque ed a dare il nostro contributo.
Lo facciamo con senso di responsabilità non certamente trincerandoci rispetto a chi, oggi, chiede le scuse.
Il sindaco Mastella sa bene le responsabilità che cadono addosso a lui, anche come presidente della Conferenza dei Sindaci del Sannio. E' un organio consultivo sulla Sanità è vero ma può dare una spinta per una governance condivisa ma anche partecipata da tutti i territori.
Io auspico un senso di responsabilità che possa accomunare su tutto. Sui grandi temi siamo sempre pronti al confronto ed a condividere le battaglie.
La nostra è una posizione critica forte rispetto al presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che è del nostro stesso partito ha concluso Valentino.
Chiedo rispetto per il territorio e le comunità interessate che non è solo quella di Sant'Agata dei Goti.
Il tema è sannita, il tema è della provincia di Benevento.
E' su questo che si chiede di fare massa critica e di essere tutti insieme in una battaglia che ci deve accomunare.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

comunicato n.117301



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 174062215 / Informativa Privacy