Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 627 volte

Benevento, 08-02-2018 12:32 ____
La sanita' e' diventata un cosa per l'elite e di guadagni illeciti da parte di lucratori interessati
E' il severo giudizio di Angelo De Marco di "Liberi e Uguali"
Redazione
  

E' il severo giudizio che Angelo De Marco (foto), candidato di "Liberi e Uguali", alla Camera dei Deputati, dà sulla sanità.
"Nel 2016 - scrive - 12,2 milioni di italiani hanno rinunciato oppure rinviato le cure sanitarie per motivi economici.
Un dato che sembra allargarsi nel 2017.
Una fetta di emarginati enorme, cresciuta negli anni.
La cifra sale a 13 milioni se tiene conto dei cittadini che hanno pagato di tasca propria le cure.
Costretti ad attingere ai risparmi di una vita oppure addirittura a indebitarsi, fino ad aprire un mutuo in banca.
E' quanto è stato certificato dal rapporto Censis Rbm.
Lo stesso ci fornisce un ulteriore dato: la spesa sanitaria privata è lievitata a 35,2 miliardi di euro, con un aumento del 4,2% in tre anni (2013-2016).
Visite specialistiche, acquisto di farmaci o pagamento del ticket, accertamenti diagnostici, prestazioni odontoiatriche, analisi del sangue, lenti e occhiali da vista, riabilitazione, protesi, spese di assistenza sociosanitaria: queste sono le spese più onerose.
Il motivo principale per cui si ricorre sempre più spesso al privato, sono le liste di attesa troppo lunghe nel pubblico.
Queste, in parte, dipendono dal cronico sott'organico di personale, costretto a turni impensabili.
Con evidenti disomogeneità geografiche: ci sono zone della provincia sannita, ad esempio, in cui si tagliano presidi sanitari locali.
Tutto questo è inaccettabile.
La spending review in sanità, si ricorda nel Rapporto che cita la Corte dei Conti, ha fatto ridurre la spesa sanitaria pubblica pro-capite dell'1,1% l'anno in termini reali dal 2009 al 2015.
Diversamente da quanto è accaduto nel resto d'Europa.
A Benevento, in queste ore, il segretario territoriale Uil Fpl ha denunciato una situazione allarmante rispetto ai livelli di servizi dell'Ospedale Rummo: sale operatorie che funzionano a singhiozzo, Pronto Soccorso soffocato dalle richieste degli utenti, sospensione dei ricoveri nella Unità Operativa di Nefrologia.
Uno status grave che impoverisce sempre più i sanniti che vedono sottrarsi i servizi fondamentali, necessari e basilari.
La sanità è diventata un cosa per l'élite e di guadagni illeciti da parte di lucratori interessati.
Le ricette perpetuate dai governi della passata legislatura hanno creato tutto questo: sanità per pochi, cura per pochi, lavoro per pochi.
Ci indigniamo davanti a tutto questo e ci impegniamo, rispettando chi in quelle aziende ci lavora e chi si cura, a dare voce alle tante ingiustizie che in quei luoghi vengono perpetrate".

comunicato n.109986



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 192319824 / Informativa Privacy