Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2713 volte

Benevento, 30-05-2017 14:14 ____
Carlotta e' tornata a casa. E' stato inaugurato con queste parole il Laboratorio musicale del Liceo Classico "Pietro Giannone"
Un esempio, un modello, un punto di riferimento di una comunita' intera. La giovane musicista beneventana e' scomparsa nel 2013 a soli 24 anni
Nostro servizio
  

"Carlotta è tornata a casa".
E' stato inaugurato, con queste parole, questa mattina, il Laboratorio musicale presso il Liceo Classico "Pietro Giannone" di Benevento, intitolato alla violinista, storica dell'arte e scrittrice Carlotta Nobile, prematuramente scomparsa a 24 anni nel 2013 e già studentessa giannoniana.
C'è stata la benedizione dei locali nel seminterrato ed il taglio del nastro insieme ad un concerto in suo onore da parte degli allievi del prestigioso istituto di piazza Risorgimento.
La cerimonia è stata presieduta dal dirigente del "Giannone", Norma Fortuna Pedicini, che ha voluto sottolineare il significato dell'intitolazione a Nobile del Laboratorio. 
Un esempio, un modello, un punto di riferimento di una comunità intera: la giovane musicista beneventana è scomparsa nel 2013 per un cancro a soli 24 anni. 
La manifestazione odierna si è svolta alla presenza del vicesindaco, Erminia Mazzoni, ed è stata un'anteprima delle Giornate Giannoniane che inizieranno domani. 
Ci sono stati prima gli indirizzi di saluto nell'Aula Magna Palatucci, poi la benedizione del cappellano della Pastorale Giovanile, don Paolo Scarafoni. 
Presenti alla cerimonia, i genitori ed il fratello Matteo della sfortunata artista.
La dirigente ha detto che quando la giovane Carlotta era studente al Classico, lei era dirigente alla "Pascoli".
Ha ricordato che nell'Istituto non si praticava l'indirizzo musicale e lei volle istituire una convenzione con il Conservatorio "Nicola Sala" per delle lezioni. 
L'istituto musicale mandò proprio Carlotta Nobile come una delle docenti alla "Pascoli" ed in quella occasione conobbe il vero valore della brillante violinista. 
E' intervenuto Amerigo Ciervo, già docente di Nobile e tuttora professore del Classico.
Ciervo ha rimarcato come non sia descrivibile il dolore dei genitori che perdono la propria figlia, un dolore che nessun genitore merita di provare: "Carlotta ha dimostrato ricchezza e vivacità culturale; sempre attenta e straordinariamente matura.
Una studiosa, ma non secchiona".
Anche il vicesindaco ha definito un dolore lacerante quello dei genitori con cui sono costretti a convivere: "La loro forza è incredibile". 
Infine ha esortato i giovani allievi del Classico a visitare il Centro Studi intitolato alla Nobile sito al viale degli Atlantici: "Non fatelo in maniera frettolosa. Soffermatevi.
Quelle stanze hanno un ricordo profondo". 
Infine, è intervenuta la mamma di Carlotta Nobile, Adelina, la quale ha voluto ringraziare la dirigente per quest'omaggio: "Carlotta ha lasciato tracce ovunque e qui ha passato cinque anni con docenti straordinari".
Poi ha aggiunto: "Seguiamo incantati le tracce che ha lasciato, siamo sicuramente provati ma chi ne trae coraggio e insegnamento ci fa sentire bene". 
Quindi ha ricordato come Nobile, nei giorni della malattia, si sia affidata totalmente a Dio in maniera serena: "Per noi oggi inaugurare questo posto ha un significato molto importante.
Qui passeranno le storie di numerosi giovani che avranno un futuro meraviglioso e continueranno a fare musica anche sulle tracce di Carlotta Nobile".

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

                                     

comunicato n.102752



SocietÓ Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 176360030 / Informativa Privacy