Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 4407 volte

Benevento, 30-04-2014 15:41 ____
I puristi della pedata e della "pelota" hanno storto il muso per il tocco non propriamente da "top player" dell'arcivescovo di Benevento
Monsignor Andrea Mugione ha dato il calcio di avvio all'incontro "Il diavolo e l'acqua santa" tra sacerdoti e seminaristi svoltosi nell'ambito del Festival della Fede. GUARDA LE FOTO
di Diego De Lucia
  

Il calcio d'avvio lo ha dato monsignor Andrea Mugione e non è stato un bel guardare, a dire il vero.
I puristi della pedata e della "pelota" hanno storto il muso per il tocco non propriamente da "top player" dell'arcivescovo di Benevento.
Com'è noto, però, quando ci si mettono di mezzo "Il diavolo e l'acqua santa", può capitare che lo spettacolo non sia accattivante.
L'appuntamento, che voleva mettere insieme elementi inconciliabili, era di quelli che richiamano le folle presso l'Antistadio "Carmelo Imbriani": il calcio d'avvio dell'arcivescovo, infatti, ha fatto scattare la seconda edizione dell'incontro di calcio di beneficenza tra la squadra di Sacerdoti e Seminaristi dell'Arcidiocesi di Benevento e la Rappresentativa degli studenti del capoluogo sannita, nell'ambito di "Symbolum, il Festival della Fede", in corso di svolgimento già da alcuni giorni e che chiuderà i battenti il 4 maggio prossimo.
Più che le magie alla Messi oppure alla Cristiano Ronaldo all'Antistadio, contavano lo spirito e le finalità della sfida tra satana e rappresentanti della vera fede: ma forse si dice così perché era scontato che non ci fossero in campo prodezze oppure gesti tecnici calcistici destinati a restare indimenticabili.
A dirla tutta, nessuno ricorderà mai quei palleggi che sono, infatti, stati molto rari e balbettanti; o le "rabone" che sono state assolutamente latitanti.
La simpatia del gesto dell'arcivescovo, che come lo scorso anno, si è esibito nel privilegio del calcio d'avvio nel torneo, dopo aver sollevato l'abito talare, è divenuta ormai una tradizione.
Al pastore di Benevento importava realizzare "Un goal per la famiglia", come recita lo slogan della manifestazione di "Symbolum, il Festival della Fede", e cioè diffondere i valori e le idee che sono a fondamento della religione cattolica.
Questo è effettivamente successo.
L'obiettivo era creare aggregazione attraverso lo sport.
L'organizzatore Paolo Palumbo ha spiegato che si voleva far capire che la chiesa è vicina ai cittadini e che le porte sono spalancate: "I sacerdoti sono scesi in campo e si sono confrontati con gli studenti dando anche a loro una bella testimonianza".
L'incontro di calcio ha avuto l'avvio, dopo la recita del Padre Nostro, ed è stata arbitrata da Luca Cavalli assistito da Umberto Pepe ed Oscar Ozzella.
Per la cronaca, ma il risultato conta poco, la sfida è stata vinta dai componenti degli studenti squadra dell'Acqua Santa per 3-0 battendo i sacerdoti.
Insomma, tutto questo si è vissuto stamani all'Antistadio "Imbriani" in una giornata freddina, più autunnale che primaverile, ma infine riscaldata dall'entusiasmo e dalla voglia di esserci di tanti giovani.
Queste le formazioni in campo

Diavoli: Gianni Pulzella, Antonello Cioffi, Daniele Paradiso, Antonmio De Ieso, fra Juan Diego, fra Martin, fra Camillo, fra Grasso, fra Cardoso, don Ionut, don Armando Valerino, don Ezio Rotondi, don Massimo Borreca, don Pierluigi Facchino, don Stefano Di Matteo, fra Karis, fra Taddeo, don Giovanni Panichella, don Leonardo Lepore, don Michele Villani, don Francois Balinda, don Saverio Goglia, fra Emmanuel, fra Mark, padre Giacomo Marco Pugliese.  

Acqua Santa: Squadra femminile: Irene D’Ambrosio, Sara De Girolamo, Ilenia Follo, Francesca Saccone, Chiara Coccia, Angela Tipaldi, Laura Sorrentino, Abgail Guerrera, Giulia Marrone, Marilina Orlando, Laura Tufo, Emanuela Aveta, Marietta Nilas, Anna Corrado, Ludovica Perlingeri; Squadra maschile: Vincenzo Marucci, Felice Ferraro, Mario Giardiello, Marco Mariniello, Danilo Nuzzolo, Simone Nuzzolo, Angelo Furno, Fabrizio Cannata, Antonio Frongillo, Vincenzo Saccone, Federico Ranauro, Andrea Rillo, Alessandro Gianvito, Mario Fusco, Luca Tipaldi, Giuseppe Pastore. 

L'incasso, come nella passata edizione, sarà devoluto ad un'associazione che opera nel sociale.
Quest'anno la scelta è ricaduta sul Centro Aiuti per l'Etiopia.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

comunicato n.68990




Società Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 262939861 / Informativa Privacy