Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2238 volte

Benevento, 22-03-2013 20:07 ____
Palazzo Mosti come il Quirinale: Luogo delle consultazioni per dare il prima possibile un nuovo governo alla città
Sono forse tre gli assessori che usciranno definitivamente di scena ed il loro posto andrebbe ad altrettanti esterni. Per le Municipalizzate se ne riparlerà dopo la ricomposizione dell'Esecutivo
Nostro servizio
  

Oggi Palazzo Mosti è stato un po' come il Quirinale (con le dovute proporzioni, s'intende).
Sono cominciate le consultazioni per dare il prima possibile un nuovo governo del territorio alla città capoluogo.
Il sindaco Fausto Pepe ha incontrato ex assessori, consiglieri comunali ed esponenti di partito nell'ambito dell'attuale maggioranza e dunque Partito Democratico, Italia dei Valori e Sel (chi oggi, chi domani).
Avevamo avuto sentore che ci fosse in Pepe la volontà di aprire anche ad altre componenti politiche, magari al Centro Democratico, alleato a Roma, ma non è così. Pepe lo ha con noi smentito senza tentennamenti.
Non è questo il momento, ci ha detto.
Sì ma come andrà a finire?
C'è chi gli imputa una scelta che gli procurerà molti problemi. Tutti insieme non andavano revocati gli assessori. Magari avrebbe dovuto sostituirli uno per volta...
Intanto, per le partecipate, il momento dell'azzeramento non è questo.
Se ne parlerà subito dopo la ricostituzione della Giunta anche perché lì qualche problema in più, di procedura, c'è.
Chi va e chi resta, in Giunta?
Da sostituire sembrano siano certamente tre o anche quattro assessori.
Le deleghe che potrebbero cambiare di titolare potrebbero essere quella all'Urbanistica, ai Servizi Sociali ed al Bilancio, tutte poltrone che potrebbero essere occupate da esterni.
E tuttavia siamo nel campo dei si dice.
Così come il concetto su cui pure si insiste, proprio per evitare discussioni e sorprese, di fissare dei criteri per l'assegnazione delle poltrone.
Il discorso politico non può essere trascurato anche perché, alla fine, i numeri per sostenere la Giunta si trovano in Consiglio comunale.
I lettiani, ad esempio, non hanno presentato al momento nessuna richiesta, e tuttavia il loro peso in qualche modo va apprezzato se è vero che a quest'area del Pd appartengono Sergio Tanga, Marcello Palladino, Mario Orrei, Massimo De Rienzo con una "vicinanza" di Floriana Fioretti.
Insomma, Pepe ha un bel da fare.
L'impressione è che se chiude la partita in fretta, tanti problemi o non ce la faranno ad emergere o ritorneranno da dove sono venuti.
Insomma l'alternativa è: Andare tutti a casa.
Ed anche questa è contemplata come opzione, anche perché potrebbe esserci proprio chi a questa evenienza potrebbe aspirare.
Noi lo abbiamo più volte scritto prima delle elezioni politiche: La Giunta Pepe, dopo le elezioni vivrà il suo momento più difficile e forse Fausto Pepe, consapevole di ciò, ha giocato d'anticipo azzerando tutto prima di essere azzerato.

comunicato n.56170




Società Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 262934959 / Informativa Privacy