Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1445 volte

Benevento, 30-11-2011 14:39 ____
Ogni anno, nel giorno del mio onomastico, s'inaugura qualcosa... ha detto l'arcivescovo Andrea Mugione
Ed infatti stavolta sono stati benedetti i nuovi locali della Curia, una decina di uffici che tornano ad essere nuovamente fruibili ai dipendenti ed ai sacerdoti
di Diego De Lucia
  

"Ogni anno con il mio onomastico si inaugura qualcosa".
Così l'arcivescovo metropolita di Benevento, mons. Andrea Mugione, scherzando con don Pompilio Cristino, suo vicario dell'Arcidiocesi.
Nel giorno dedicato a Sant'Andrea, infatti, sono stati benedetti i nuovi locali della Curia Arcivescovile.
Si tratta di 10 uffici, tra amministrativi e pastorali, che dopo 2 anni di intenso lavoro, sono di nuovo diventati fruibili ai dipendenti ed ai sacerdoti.
Il lavoro è stato finanziato dalla Curia arcivescovile e dalla Conferenza episcopale italiana.
Molto suggestivo uno degli uffici (quasi tutti arredato in legno) dal quale si scorge la statua di papa Orsini sulla omonima piazza cittadina.
Una giornata intensa per l'Arcidiocesi sannita perché sono state organizzate per l'occasione diverse iniziative per la giornata Pro-Episcopo.
Oltre all'inaugurazione degli uffici della Curia dopo la ristrutturazione, infatti, nella Basilica della Madonna delle Grazie si tiene la solenne celebrazione affinché, come è stato sottolineato dallo stesso don Pompilio, occorre sempre immergersi nella preghiera.
E' stata anche riaperta la Cappella della Curia che permetterà a chi lavora ed agli stessi presuli di raccogliersi in preghiera: infatti, proprio prima dell'inaugurazione dei nuovi Uffici vi sono raccolti tutti i presuli e dipendenti amministrativi.
Per la festa onomastica don Pompilio ha voluto fare gli auguri a mons. Mugione: "Oltre a festeggiare vogliamo dimostrarle profonda gratitudine per la sua opera e con la dignità con cui svolgete questa missione.
Oggi vogliamo dimostrare l'unità tra la Curia e lo stesso arcivescovo".
Sui nuovi ambienti, don Pompilio ha quindi affermato: "Questi locali fanno crescere il desiderio di vivere in pieno i momenti di preghiera.
La sinergia tra noi e la Chiesa è veramente profonda.
In questi locali ci sarà unione collaborazione, coordinamento pastorale e amministrativo, per un nuovo spirito di servizio.
La cappella sarà il centro della Curia  dove ci si potrà fermare e vivere con la preghiera".
Don Pompilio ha poi voluto ricordare mons. Michele Marinelli, deceduto qualche anno fa, che ha seguito il progetto da vicino con l'arcivescovo Mugione.
Infine un grazie ai dipendenti che lavorano alla Curia: "Avete sopportato  le tante difficoltà vissute in questi due anni; i tanti traslochi. Ora sicuramente si potrà lavorare meglio".
La parola è poi passata all'arcivescovo che ha ricordato come la giornata di oggi vuole essere soprattutto di preghiera, gratitudine e riflessione: "La cappella sarà il luogo dell'ascolto e di ricarica spirituale".
Infine l'arcivescovo ha sottolineato come il prossimo obiettivo saranno le biblioteche soprattutto quella "Pacca": "C'è ancora tanto lavoro da fare per restituire alla pubblica fruizione un altro degli ambienti centrali della Curia". 

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

comunicato n.38872




Società Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 220866732 / Informativa Privacy