Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1809 volte

Benevento, 13-09-2011 15:51 ____
Rapida seduta del Consiglio Provinciale ed a tratti anche noiosa se non fosse stato per l'ennesimo scontro tra Rubano e Maturo
Forse un sorriso ironico alla base del battibecco tra i due, eterni "nemici" di uno stesso Collegio. Polemica sollevata anche da Lello Di Somma sui giorni di convocazione dell'Assise e sugli orari d'inizio: mezzogiorno!
di Diego De Lucia
  

Seduta molto veloce del Consiglio provinciale.
Alla Rocca dei Rettori è stata un'Assise di routine, senza quella partecipazione e quella tensione emotiva dell'ultima, quella dello scorso 19 agosto, che era stata convocata per dire "no" alla cancellazione del Sannio e della stessa Provincia.
Assente il presidente, Aniello Cimitile, impegnato a Roma per altre vicende istituzionali, la riunione sarebbe andata avanti noiosamente se non si fosse registrato l'ennesimo scontro tra il presidente dell'Assemblea, Giuseppe Maturo, ed il consigliere Lucio Rubano.
Non che gli argomenti in discussione non fossero di poco conto: uno riguardava l'adesione alla Rete delle Province meridionali che hanno sedi del patrimonio Umanità dell'Unesco; l'altro la variazione del Bilancio per l'acquisizione di somme dalla Regione per il pagamento dei forestali; ma forse non ci sarebbe stato bisogno di fare particolare menzione della seduta, se non ci fosse stato l'incidente diplomatico Maturo-Rubano.
Questi aveva chiesto al presidente la parola ed il presidente, nel concedergliela, pare abbia abbozzato un sorrisino ironico.
Almeno è quello che è parso al consigliere Rubano, il quale ha protestato in maniera forte chiedendo che il presidente avesse per lui, come per tutti gli altri consiglieri, lo stesso rispetto.
Maturo ha risposto per le rime dicendo che Rubano aveva la "coda di paglia" e che lui non stava mancando di rispetto a nessuno.
Insomma, i toni dello scontro si sono alzati e solo dopo qualche minuto è tornata la calma, almeno in apparenza e si è potuto seguire l'Ordine del giorno.
Un'altra polemica l'ha sollevata Lello Di Somma (Pdl) il quale ha chiesto che i Consigli siano convocati di lunedì o di venerdì ed in orari più consoni e non più a mezzogiorno.
Sarebbe un modo, ha detto, per mostrare maggiore rispetto per l'opposizione, visto che due esponenti importanti del Consesso (Izzo e Mazzoni ndr) non possono partecipare perché impegnati al Parlamento nazionale ed a quello Europeo.
L'argomento delle reti Unesco è stato illustrato dall'assessore Carlo Falato il quale ha affermato che il costo dell'operazione è stato quantificato in 25.000 euro all'anno.
Esso riguarda l'opportunità di realizzare una rete dei Siti riconosciuti dall'Unesco quali Patrimonio dell'Umanità in alcune Province del Mezzogiorno al fine di realizzare interventi attrattori di turismo.
Da noi avvicinato Falato ci ha detto: "Si tratta di un'iniziativa trasversale dal punto di vista politico perché vede insieme le Province del Mezzogiorno, amministrate da entrambi gli schieramenti, che vogliono mettere assieme un'idea della valorizzazione complessiva del turismo del Mezzogiorno potendo contare sul prestigioso riconoscimento Unesco.
Le diverse Province hanno deciso di realizzare una vera e propria alleanza di diversi percorsi e di diverse opportunità: nel Sannio noi possiamo mettere in campo l'Acquedotto Carolino e la stessa chiesa di Santa Sofia.
La nostra partecipazione è dunque quanto mai opportuna e necessaria e contiamo di assicurare al territorio importanti traguardi e risultati.
Mi pare importante aver trovato anche su questo tema una significativa convergenza unanime di tutte le forze politiche: si vede che quando si discute su cosa per fare per la valorizzazione del Sannio non si verificano conflitti, ma si trova subito la condivisione".
Il programma è passato infatti a voti unanimi, dopo che sono intervenuti i consiglieri Ricciardi, Rubano e Capasso, che hanno sollecitato l'assessore a coinvolgere opportunamente tutto il territorio provinciale, non restando confinato solo sul capoluogo.
Infine, si è passati alla approvazione unanime della variazione del Bilancio che segna una maggiore entrata di circa 10.000 euro.
A margie della riunione, si è appreso che il consigliere Di Somma ha proposto, raccogliendo la firma di tutti i Consiglieri di minoranza, compreso i mastelliani, una riunione apposita dell'Assemblea per discutere con i vertici della società di gestione dei rifiuti Samte la questione del Bando di gara per l'affidamento dei servizi che alcune polemiche ha suscitato a diversi livelli da parte, soprattutto, di alcune imprese specializzate.

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 


comunicato n.35679




Società Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 228637183 / Informativa Privacy