Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 2986 volte

Benevento, 16-07-2011 08:07 ____
Pregevole concerto di mandolini, mandole, mandoloncelli e chitarre nei saloni della Prefettura sannita
Ad esibirsi il Conservatorio "Niccolò Piccinni" di Bari e l'Ensamble di chitarre sannite. Tutti eccellenti musicisti ha dichiarato il presidente Achille Mottola
di Elide Apice
  

Il Conservatorio Statale di Musica "Niccolò Piccinni" di Bari e la Prefettura di Benevento sono stati gli organizzatori del concerto Orchestra a Plettro che, nell'ambito dei festeggiamenti per i 150 anni dell'Unità d'Italia, si è tenuto nella serata di ieri  nel Salone di rappresentanza della Prefettura.
Parterre di rilievo per quest'evento patrocinato dal Conservatorio "Nicola Sala", con la presenza dei rappresentanti degli enti istituzionali e dei presidenti della maggior parte delle associazioni oltre che dal presidente del Conservatorio di Novara, Carlo Cigolotti.
L'orchestra diretta da Leonardo Lospalluti e costituita da mandolini, mandole, mandoloncelli oltre che da chitarra e basso, mandolino solista, Mauro Squillante, ha spaziato nel repertorio della musica classica napoletana appassionando il numeroso pubblico grazie anche alla forte partecipazione emotiva espressa dal soprano Tonia Giove.
Eccellenti le esecuzioni dei brani da Rimembranza Napoletana a Tarantella, Io te vurria vasà, Torna a Surriento, Munasterio e Santa Chiara, Tamurriata nera che spesso il pubblico ha cantato a mezza voce ed accompagnato da applausi scroscianti.
Applausi più che meritati anche per l'Ensamble di chitarre sannite dirette da Lorenzo Marino, prima chitarra, e formata anche da Carmine Catalano, Orazio Testa, Gianni Testa, Anna Lonardo, Federica Puzio, Paolo Pagnozzi, Angelo Casella "tutti eccellenti studenti del Conservatorio "Nicola Sala" - ha riferito il presidente Achille Mottola (presente assieme alla direttrice Maria Gabriella Della Sala) - ensamble che in una full immersion ai giardini De Simone, ha provato con l'orchestra dando prova della sua capacità".
Presenti in sala anche il presidente del Conservatorio "Piccinni", Stefano Carulli, ed il direttore Francesco Monopoli e proprio da loro è venuta l'idea davvero improvvisata, si sono dovuti recuperare infatti gli spartiti, di concludere la serata con un doveroso omaggio istituzionale, l'Inno Nazionale cantato da tutti i presenti.
"Mentre ascoltavo il concerto - ha concluso il prefetto Michele Mazza - mi sono venute in mente le parole di una canzone di Lucio Battisti a proposito di emozioni ed è questo concetto che vorrei trasmettere a voi tutti perché compito della musica è proprio trasmettere le emozioni e toccare le corde dei cuori proprio come è avvenuto questa sera".

Le foto sono di "Gazzetta di Benevento". Riproduzione vietata.

 

 

 

 

 

 

 

 

comunicato n.33566




Società Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 137030855 / Informativa Privacy