Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1156 volte

Benevento, 03-10-2010 10:15 ____
Chi alimenta la protesta dei lavoratori forestali mentre si sta riprendendo un discorso serio con la Regione Campania?
Se lo chiede a gran voce il segretario generale della Fai-Cisl Alfonso Iannace
Redazione
  

Il segretario generale della Fai-Cisl sannita, Alfonso Iannace, torna sulla vicenda dei lavoratori forestali con una nota che risente, evidentemente, dell'agitazione e della manifestazione degli stessi forestali della Comunità Montana del Titerno-Alto Tammaro, svolta nei pressi della Festa del Pdl a Pietrelcina (foto).
"Che il settore della forestazione in Campania e nel Sannio stia attraversando una crisi - scrive - è sotto gli occhi di tutti.
Soprattutto per i lavoratori forestali che nel Sannio sono circa 800, da mesi senza stipendio a causa del mancato accredito da parte della Regione Campania.
Come al solito i "soliti ignoti" non solo disorientano i lavoratori, ma li aizzano e li orientano ad iniziative ed azioni scellerate sapendo di aver torto, perché a livello regionale i sindacati di categoria hanno messo in essere azioni tali da riprendere un discorso serio con la Regione Campania, che consenta di ripristinare il "Piano Forestazione 2010" e discutere del futuro della categoria.
Non si può dare notizie false e vanificare gli sforzi che il sindacato ha fatto in questi mesi, soprattutto nel mantenere la tensione subendo dagli stessi lavoratori la loro giusta rabbia.
Ad esempio, era noto che la Comunità Alto Tammaro-Titerno, aveva prodotto documenti politico-tecnici, convenuti anche con il sindacato, atti a sollecitare gli organi preposti per risolvere la problematica dei lavoratori.
In vari incontri sindacali unitari, nonostante e giustamente i funzionari dell'Ente avessero segnalato che a seguito della mancata copertura finanziaria si  sarebbe dovuta  sospendere l'attività entro lo scorso 30 settembre, il presidente dell'Ente unitamente alla Giunta aveva assunto la non applicabilità di tale decisione anche a seguito delle iniziative messe in atto a livello regionale ed alle assicurazioni da parte della Regione Campania.
Nonostante ciò, "qualcuno" ha per forza voluto fare delle iniziative a sostegno di una vertenza in atto già definita per evitare una sospensione, peraltro mai esistita!
Allora perché creare ulteriore rabbia tra i lavoratori forestali che da mesi non percepiscono i loro sacrosanti stipendi? A chi giova la confusione?! Come al solito nel dramma c'è sempre qualcuno che volutamente disinforma i lavoratori. Quale è lo scopo? Perché si vuole a tutti i costi creare ed alimentare la rabbia dei lavoratori forestali?"

comunicato n.20889




Società Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 228632698 / Informativa Privacy