Portale multimediale d'informazione di Gazzetta di Benevento

 

stampa

letto 1237 volte

Benevento, 04-09-2010 19:32 ____
Sospeso lo sciopero della fame fino all'esito del Tavolo interistituzionale. Così le due insegnanti precarie sono tornare a mangiare
Rispetto a quando salimmo sul tetto del Provveditorato ora sembra ci sia qualcosa di più concreto e la volontà di costruire qualcosa insieme
di Diego De Lucia
  

Sospeso lo sciopero della fame fino a venerdì prossimo giorno in cui è stato convocato il Tavolo interistituzionale con la deputazione parlamentare, l'assessore regionale all'Istruzione, i consiglieri regionali, il sindaco di Benevento, i rappresentanti dell'Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale e lo stesso Comitato precari con all'ordine del giorno il tema del precariato scolastico.
Il Tavolo è stato indetto dal presidente e dall'assessore alla Provincia Aniello Cimitile e Annachiara Palmieri, che avevano aderito alla pressante richiesta del Comitato che ne aveva fatto condizione per interrompere lo sciopero della fame.
Daniela Basile e Monica Sateriale oggi, come peraltro avevamo anticipato ieri noi di "Gazzetta", sono tornate a mangiare, dopo più di una settimana di protesta, solo un piccolo rustico, ma la fine della loro clamorosa manifestazione sarà legata all'esito dell'incontro di venerdì prossimo: "Tutto dipenderà da lì, quando scopriremo se veramente ci sono i presupposti per essere sereni; se ci saranno invece solo chiacchiere tutto ripartirà e sarà ancora più estremo".
La Basile, affiancata da Monica Sateriale, ha spiegato il motivo del perché di questa sospensione: "In questi giorni ci sono stati molti personaggi istituzionali a venire all'asilo, ma rispetto a quando salimmo sul tetto del Provveditorato sembra che ci sia qualcosa di concreto, sembra che ci sia la volontà di costruire qualcosa insieme.
Le istituzioni locali, Comune e Provincia, hanno accettato le nostre richieste, il Comune per il progetto della struttura in via Firenze ha messo a disposizione 52mila euro; la Provincia su questo però anche non si è espressa e ancora non ha dato un apporto concreto ai nostri progetti.
C'è stato oggi l'incontro con la parlamentare europea, Erminia Mazzoni, grazie anche al suo aiuto siamo riusciti a parlare con l'assessore regionale Caterina Miraglia via telefono. La stessa ci ha garantito che vuole collaborare ed ascoltare le nostre esigenze. Con Pasquale Viespoli si è discusso sulla Cassa Integrazione in deroga per alcune categorie di docenti".
La Basile ha ricordato come la struttura al primo piano in via Firenze, oggetto della firma di una prima bozza del protocollo d'intesa, debba diventare un centro di cultura per tutti i giovani, il fulcro del nostro territorio.
"La cooperativa - ha detto - propone di attuare attività didattico-educative, culturali e ricreative rivolte a categorie sociali meno abbienti.
Dare sostegno alle iniziative culturali di gruppo di studenti e di offrire appoggio e solidarietà anche in collaborazione con associazione di volontariato.
L'obiettivo è quello di creare uno spazio culturale e di libera espressione aperto ai cittadini che, a partire dagli studenti, consenta la riqualificazione del territorio, in particolare a quelle realtà lontane tradizionalmente della vita culturale urbana.
Verranno anche contattate le aziende che hanno Pc in esubero per portarli nella struttura ed effettuare un corso di informatica. Sarà un centro territoriale contro la crisi".
La "leonessa" però ha ribadito come il presidio, il sit in le mobilitazioni di protesta continueranno: "Il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, ha fallito; dovrebbe dimettersi, ha effettuato calcoli sbagliati.
Così facendo ha distrutto il futuro a molti insegnanti e giovani".

 

 

                                                

comunicato n.19484




Società Editoriale "Maloeis" - Gazzetta di Benevento - via Erik Mutarelli, 28 - 82100 Benevento - tel. e fax 0824 40100
email info@gazzettabenevento.it - partita Iva 01051510624
Pagine visitate 228635901 / Informativa Privacy